Quartz Daily Brief—#AirAsia recovery delayed, #Venezuela in recession, regulating #bankers, smelly passwords

Good morning, Quartz readers!

What to watch for today

Negotiations in Ukraine. Separatists are meeting with Kiev’s forces in Luhansk in an attempt to reach some sort of peace agreement. But the government clearly isn’t hopeful: The 2015 budget boosts defense spending to over 5% of GDP, after this year’s conflict shrank the economy by an estimated 7.5%.

New Year’s flight strike. French unions are asking their members working for easyJet to take today and tomorrow off because they feel they’re not getting their fair share of the budget airline’s massive 21.5% increase in annual profits.

Spain’s small businesses get pinched. A Franco-era rent control law is set to expire, putting 65,000 small store owners at risk.

A last-minute spike in India car sales. Today is the last day for tax breaks on automobiles. Taxes on small cars and motorcycles will rise from 8% to 12%, and for SUVs the rate will climb from 24% to 30%, as the government moves to reduce its debt (paywall).

A bit of a Midwest slowdown. The Chicago purchasing managers’ index, which gives a reading on manufacturing levels in the Midwest, is expected to slow to 60.1 this month, from 60.8 in November. That’s still well above the 50 mark that separates expansion from contraction.

While you were sleeping

Bad weather delayed the hunt for flight #8501. Six bodies have been recovered from the crash site but ships and divers are on standby ahead of further recovery attempts, including the search for the plane’s black box. Previous reports that 40 bodies were recovered were incorrect, due to a miscommunication by Indonesia’s navy.

The US plans to station 150 armored vehicles in Eastern Europe. Most of the tanks and other vehicles could be based in the Baltic states, the commander of the US Army in Europe told Reuters, to help defend against Russian aggression.

Venezuela is officially in a recession. The country’s GDP fell by 2.3% in the third quarter, and the central bank said it also contracted in the first and second quarters. President Nicolas Maduro blamed political instability and plummeting oil prices.

China’s factory activity contracted. The final reading of the HSBC/Markit purchasing managers’ index, which monitors small- and medium-sized companies, fell to a seven-month low of 49.6 in December, from 50 in November. A number below 50 denotes a contraction in manufacturing activity.

Palestine’s draft resolution failed a UN vote. The US and Australia said no to a resolution calling for Israel to withdraw from Palestinian territory by 2017. The Palestinian Authority is now likely to step up its campaign to join other UN institutions and put pressure on Israel in the International Criminal Court.

Hong Kong banned poultry imports from mainland China. The measure comes after chicken samples from the mainland tested positive for the H7N9 bird flu virus. The city has also begun culling 15,000 poultry; a woman with the disease remains in a critical condition.

BlackBerries are the hot new devices at Sony Pictures. The company has turned to the unglamorous smartphones and other vintage equipment—including a machine to manually create paychecks—as it tries to recover from its recent hacking crisis, according to a new detailed account (paywall) in the Wall Street Journal.

Quartz obsession interlude

Jason Karaian on the profession that needs a tighter leash. “Are all bankers liars? Of course not. Then again … in an experiment recently published in the scientific journal Nature, bankers distinguished themselves by their dishonesty. Asked to report the results of unsupervised coin flips in return for financial rewards, bankers bent the truth more than any other group.” Read more here.

Matters of debate

Nerds can be entitled too. They may not be alpha males but they can still be sexist.

The NYPD has gone too far. A police work slowdown has taken bitterness to a dangerous new level (paywall).

Ukraine’s revolution failed. The country’s 2015 budget keeps the old corrupt system running.

Putin is behaving like a medieval king. But taking his rivals’ family members hostage could backfire.

Cities should buy sports teams, not build stadiums. Teams are cheaper, and stadium revenues usually disappoint.

Surprising discoveries

We could soon be using our ears and our smell to log in. Going beyond fingerprints to keep your data safe.

Bluetooth is named for a ancient king. The wireless logo is a combination of his initials in Scandanavian runes.

The US is under 30 active states of emergency. Including one from the 1979 Iran hostage crisis.

Americans are getting too fat for their buses. A rise in the official average weight means fewer passengers per bus.

There’s a Koran made entirely from herbs. It took an artisan 23 years to make.

Please note there will be no Daily Brief tomorrow (Jan. 1), but it will return on Jan. 2. Happy New Year!

Our best wishes for a productive day. Please send any news, comments, emergency decrees, and new bus timetables to hi@qz.com. You can follow us on Twitter here for updates throughout the day.

You’re getting the Europe and Africa edition of the Quartz Daily Brief. To change your region, click here. We’d also love it if you shared this email with your friends. They can sign up for free here.

AGENDA- Appuntamenti di 31 dicembre, 1 e 2 gennaio 30/12/2014 19:00 – RSF

MERCOLEDI’ 31 DICEMBRE
APPUNTAMENTI
ITALIA
ROMA
Discorso di fine anno di Napolitano (20,30).

EUROPA
Germania, Francia, Italia, Spagna, Portogallo, mercati chiusi.

Gran Bretagna, mercati chiusi metà giornata.

GIAPPONE
Mercati chiusi.

DATI MACROECONOMICI
EUROPA
Grecia, vendite dettaglio ottobre (11,00).

USA
Pmi Chicago dicembre (15,45).

Vendite immobiliari in corso novembre (16,00).

Scorte Usasettimanali prodotti petroliferi Eia (16,30).

ASIA
Cina, Hsbc pubblica Pmi finale dicembre (2,45)

SOCIETÀ
ITALIA
Zucchi, termine esercizio diritti “Warrant azioni ordinarie Vincenzo Zucchi spa 2011-2014”.

GIOVEDÌ 1 GENNAIO
APPUNTAMENTI
EUROPA
Germania assume presidenza G8 per 2015.

Lettonia inizia semestre presidenza europea.

Lituania adotta euro.

DATI MACROECONOMICI
ASIA
Cina, Pmi manifatturiero dicembre(2,00).

VENERDI’ 2 GENNAIO
DATI MACROECONOMICI
ITALIA
Markit, Pmi manifatturiero dicembre (9,45).

Ministero Trasporti, dati auto dicembre (18,00).

Tesoro, atteso fabbisogno statale dicembre.

EUROPA Francia, dato finale Pmi manifatturiero dicembre (9,50).

Germania, dato finale Pmi manifatturiero dicembre (9,55).

Gran Bretagna, Pmi manifatturiero dicembre (10,30).

Gran Bretagna, crediti al consumo novembre (10,30).

Grecia, Pmimanifatturiero dicembre (10,00).

Spagna, Pmi manifatturiero dicembre (9,15).

Zona euro, dato finale Pmi manifatturiero dicembre (10,00).

USA
Markit, Pmi manifatturiero finale dicembre (15,45).

Ism, Pmi manifatturierodicembre (16,00).

Sul sito http://www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su http://www.twitter.com/reuters_italia

MONETARIO – Cosa succede oggi martedì 30 dicembre 30/12/2014 – RSF

PADOAN SU “INVESTMENT COMPACT” – Il governo punta a varare entro gennaio un pacchetto di misure per gli investimenti, definito “Investment compact”. Lo dice il ministro Padoan in un’intervista pubblicata oggi dal Corriere, spiegando che conterràmisure fiscali a sostegno delle pmi, misure di finanza per la crescita, per l’attrazione di investimenti dall’estero e a sostegno delle attività culturali, per favorire gli investimenti privati nel settore. Padoan spiega poi che i “dati delle ultimesettimane dicono che il rallentamento dell’economia italiana è finito” e aggiunge di poter ritenere che l’Italia eviterà l’apertura della procedura di infrazione a Bruxelles grazie a tutti i dati e ai chiarimenti che in gennaio il governo fornirà alla Commissione Ue. (news)

ASTE – La tornata di collocamenti di fine mese entra nel vivo oggi con le aste a medio lungo, le prime con regolamento sul nuovo anno: il Tesoro offre tra 5,5 e 7,5 miliardi di euro complessivi tra Btp a 5 e10 anni e Ccteu (news). Il rendimento del quinquennale è visto in rialzo: ieri sul secondario scambiava all’1,07% dallo 0,94% dell’asta di fine novembre, quando segnò un nuovo minimo storico. All’opposto, il tasso del decennale ieri scambiava all’1,99%, in calo rispetto al 2,08% dell’ultimo collocamento. Oggi pomeriggio verranno riaperti per 700 milioni il Bot semestrale e per 375 milioni il Ctz collocati ieri rispettivamente per 7 miliardi (con un rendimento salito allo 0,297%, massimoda fine ottobre) e per 2,5 miliardi.

BTP E GRECIA – Ripartirà da 144 punti base lo spread Btp-Bund, arrivato ieri a toccare quota 147 in scia alla mancata elezione in Grecia alla presidenza della Repubblica del candidato del governo, StavrosDimas, al terzo scrutinio. Il conseguente scioglimento automatico del Parlamento ha riacceso tensioni sui mercati. Il tasso decennale italiano riprenderà a scambiare stamane dall’1,98% (dopo essere salito ieri anche sopra il 2%). La Grecia andrà oraad elezioni politiche anticipate, probabilmente il 25 gennaio. Ieri il leader dell’opposizione Tsipras – in testa nei sondaggi – ha individuato nel voto parlamentare la fine dei programmi di bailout incentrati sull’austerity (news). In serata ha poi aggiunto che in caso di elezione a premier verranno garantiti i depositi bancari presso gli istituti greci. Da Berlino, Schaeuble ha messo in guardia Atene dalla tentazione di abbandonare il percorso di riforme economiche, sostenendo che il nuovo governo dovrà rispettare le garanzie date dal premier Antonis Samaras (news).

RENZI SU GRECIA – E proprio parlando della situazione greca, durante la conferenza stampa di fine anno, Renzi ieri ha tenuto a escludere lapossibilità di un effetto contagio per l’Italia, sostenendo che Atene e Roma sono Paesi profondamente diversi. A proposito di Jobs Act, i cui decreti attuativi sono stati approvati alla vigilia di Natale, il premier ha inoltre spiegato di averproposto lui stesso di escludere il pubblico impiego dall’applicazione della nuova legge sul mercato del lavoro “perché non aveva senso” (news).

IPOTESI RIFORMA VIGILANZA BANCARIA – Secondo quanto scrive stamane Repubblica, Bce egoverni dell’eurozona starebbero valutando “con discrezione” alcune modifiche al Trattato europeo, da mettere in campo nel 2015. In particolare si parla della possibilità di trasferire la vigilanza bancaria dalla Bce a una nuova Autorità indipendente, in modo da evitare potenziali conflitti di interesse con le scelte della banca centrale in materia di tassi e liquidità da concedere agli stessi istituti di credito.

FIDUCIA IMPRESE – Dopo il deludente dato di ieri sulla fiducia deiconsumatori – scesa a dicembre al minimo di 10 mesi e al di sotto delle attese – oggi sarà la volta dell’indice sulla fiducia delle imprese, sempre relativo a dicembre. Le attese Reuters sono per una lettura a 96,7 da 93,3 di novembre.

GREGGIO – Quotazioni nuovamente in calo per il petrolio, col Brent in flessione per la quarta seduta consecutiva, non lontano dal minimo da oltre cinque anni di 57,37 dollari il barile toccato ieri. Nonostante i problemi e le interruzioni delle forniture dalla Libia, il mercato resta dominato dai timori legati all’eccesso di offerta a livello globale. Tuttavia, la stima di una riduzione di 900.000 barili delle scorte Usa di greggio nell’ultima settimana contribuisce stamane a evitare un’ulteriore caduta dei prezzi di mercato. Alle 7,30 italiane il future Brent <LCOc1> scambia a 57,33 dollari il barile (-0,55) mentre il Nymex <CLc1> a 53,14 dollari (-0,47).

FOREX – L’evoluzione della situazione politica in Grecia ha spinto ulteriormente in ribasso l’euro, ai minimi da 29 mesi nei confronti del dollaro. Il mercato teme ora un deragliamento del bailout internazionale del paese, in caso di vittoria di Syriza, che potrebbe rigettare l’area euro nell’emergenza. L’euro/dollaro <EUR=> scambia a 1,2130/32 da a,2151 dell’ultima chiusura, ai livelli più bassi dall’estate del 2012. Euro/yen <EURJPY=> a 145,94/99 da 146,60; dollaro/yen <JPY=> a 120,31/34 da 120,65.

TREASURIES – Ancora in rialzo nellecontrattazioni asiatiche della mattinata i governativi Usa, che proseguono dunque il movimento già evidenziato nella seduta di ieri. A sostenere l’obbligazionario Usa sono le incertezze legate alla situazione greca, con gli investitori che indirizzano gli acquisti verso asset ritenuti sicuri. Il benchmark decennale Usa <US10YT=RR> avanza di 5/32, rendimento al 2,190%.

DATI MACROECONOMICI
ITALIA
Istat, fiducia delle imprese dicembre (10,00).

Istat, lavoro e retribuzionigrandi imprese ottobre (11,00).

Istat, prezzi alla produzione dell’industria novembre (12,00).

GRAN BRETAGNA
Prezzi case dicembre (8,00).

GRECIA
Prezzi alla produzione novembre (11,00).

SPAGNA
Partitecorrenti ottobre (9,00).

Stima flash prezzi al consumo dicembre (9,00).

Vendite al dettaglio novembre (9,00).

ZONA EURO
Bce, M3 novembre (10,00).

Bce, prestiti a privati novembre (10,00).

USA
CaseShillerottobre (15,00).

Fiducia consumatori dicembre (16,00).

ASTE DI TITOLI DI STATO
ITALIA
Tesoro, asta Btp e Ccteu.

BANCHE CENTRALI

APPUNTAMENTI
ALBANIA
– Renzi in visita a Tirana (13,30).

Sul sito http://www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su http://www.twitter.com/reuters_italia

AGENDA- Appuntamenti di martedì 30 dicembre 30/12/2014 – RSF

APPUNTAMENTI
ALBANIA
Renzi in visita a Tirana (13,30).

TITOLI DI STATO
ITALIA
Tesoro, asta Btp e Ccteu.

DATI MACROECONOMICI
ITALIA
Istat, fiducia imprese dicembre (10,00).

Istat, lavoro eretribuzioni grandi imprese ottobre (11,00).

Istat, prezzi produzione industria novembre (12,00).

SOCIETÀ
ITALIA
Borsa, mercato After Hours chiuso.

Sul sito http://www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su http://www.twitter.com/reuters_italia.

STOCKS TO WATCH- Martedì 30 dicembre, 30/12/2014 – RSF

******** INDICI 29 DICEMBRE *****

FTSE Mib 19.130,02 -1,15%
FTSEurofirst 300 1.376,94 +0,15%
EuroSTOXX 50 3.185,17 +0,02%
Dow Jones 18.053,71 -0,09%
S&P 2.088,77 +0,09%

Mercati azionari europei in calo in apertura nelle previsioni dioggi, all’indomani dell’annuncio che la Grecia andrà a elezioni anticipate.

Di seguito, i titoli in evidenza a Piazza Affari nella seduta del 30 dicembre.

Con (*) le integrazioni sul precedente lancio.

(*) BANCHE – Secondo IlMessaggero le banche approveranno entro gennaio i bilanci 2014 e potrebbero emergere accantonamenti complessivi per oltre 12 miliardi come conseguenza della moral suasion della Bce.

ENI (ENI.MI) – Una sua ulteriore privatizzazione va verificata in base alla situazione del mercato, ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi. (news)
Ha raggiunto un accordo con Gazprom per la cessione della sua quota del 20% in South Stream. Analogamente Edf e Wintershall, gruppoBasf, hanno definito con il gruppo russo la cessione delle rispettive quote del 15%. (news)

ENEL (ENEL.MI) – Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan in un’intervista a Il Corriere della Sera ribadisce che nel 2015 ci sarà lacessione di un’ulteriore quota da parte dello stato.

(*) FIAT CHRYSLER (FCA.MI) – Il Corriere della Sera riporta i contenuti di un articolo del Wall Street Journal secondo cui Ferrari potrebbe elevare nel 2015 il numero di auto prodotte da 7.000 a 10.000 per ridurre i tempi di consegna.

TELECOM ITALIA (TIT.MI) – L’Antitrust ha pubblicato gli impegni della società in materia di servizi di manutenzione con i quali, oltre a definire diverse modalità di offerta del servizio, lacompagnia telefonica offre alcuni bonus economici ai concorrenti. (news)

GENERALI (G.MI) – Moody’s ha assegnato il rating ‘BAA1’ alla solidità finanziaria di Generali Italia con outlook stabile. (news)

GTECH(GTK.MI) – Ha siglato un contratto ‘full-service’ con l’operatore della lotteria online messicana Pronósticos da cui sono attesi ricavi per oltre 130 milioni di dollari in sei anni. (news)

SNAM (SRG.MI) – La commissione diregolazione dell’energia francese ha dato l’ok al piano di investimenti per il 2015 di Tigf, braccio francese di Snam, che prevede uno sforzo di 133 milioni di euro, scrive Il Sole 24 Ore.

(*) BANCA ETRURIA (PEL.MI) – Secondo MF è allostudio l’ipotesi di cessione di una parte dei 2 miliardi di sofferenze e degli 800 milioni di incagli “segregati in una gestione ad hoc e affidati alle cure di una gestione manageriale”.

(*) TISCALI (TIS.MI) – In un’intervista a Il Sole 24Ore il presidente e AD Renato Soru parla di un’offerta di un primario fondo immobiliare per la cessione della sede e, a proposito di un possibile accordo con MEDIASET (MS.MI) per i contenuti Premium, si dice aperto a valutare collaborazioni. L’imprenditore aggiunge che “per ora” non ci sono elementi per modificare i target del 2014 e che la ricerca di un nuovo socio o di un partner non è accantonata.

E’ a un passo dalla vittoria della gara per la connettività della pubblicaamministrazione indetta da Consip, scrive Il Messaggero.

(*) DANIELI (DAN.MI) – Il presidente Gianpietro Benedetti dichiara a MF che la società sta concludendo la costruzione di due impianti in Nord America commissionati da Benteler e Vallourec. Danieli ha poi in essere un’importante operazione per la fornitura di macchinari e know-how ad American Specialty Alloys e la trattativa sarebbe in dirittura d’arrivo.

BIALETTI (BIA.MI) – Ha sottoscritto con le banche finanziatrici un accordo di risanamento dell’indebitamento che modifica parzialmente quello del 2012. Convocato un Cda per il 15 gennaio per deliberare su un aumento di capitale fino a 14,2 milioni a esercizio parziale della delega conferita il 27giugno scorso. Bialetti Holding ha già dichiarato l’intenzione di sottoscrivere fino a 9,083 milioni. (news)

ANSALDO STS (STS.MI) – Norges Bank è tornata sopra la soglia rilevante del 2% il 19 dicembre scorso. (news)

RAI WAY (RWAY.MI) – BlackRock ha limato al 4,9% dal 5% la sua partecipazione. (news)

DELCLIMA (DLC.MI) – Il Cda ha deliberato l’avvio di un programma per la cessione del business Radiators che si prevede possa completarsi nelcorso del prossimo esercizio e che, secondo le migliori stime formulate, porterebbe una minusvalenza fino a 52 milioni di euro. (news)

CLASS EDITORI (CLE.MI) – Ha firmato con Sky un accordo per la creazione di una partnership cheriguarderà il lancio di un canale Sky sul digitale terrestre. (news)

GALA (GALA.MI), EEMS (EEMS.MI) – Gala ha presentato a Solsonica, società del gruppo Eems in procinto di presentare domanda definitiva di ammissione alla proceduradi concordato preventivo, analogamente alla propria controllante Eems Italia, un’offerta per diventare socio unico attraverso un aumento di capitale. (news)

(*) SARAS (SRS.MI) – Ha concluso l’acquisizione di un ramo d’azienda diVersalis, gruppo ENI (ENI.MI), composto dall’80% circa delle unità produttive del complesso petrolchimico di Sarroch in Sardegna. (news)

(*) TERNIENERGIA (TER.MI) – Ha sottoscritto un accordo con L&T City Real Estate per la cessione del 50% di Energia Alternativa Srl e Solter Srl, scrive MF.

(*) TBS (TBS.MI) – Ha stipulato il contratto di acquisto del ramo di azienda di Rem Srl per 1,05 milioni di euro. (news)

Sono sospesi a tempo indeterminato: AIONRENEWABLES (AIN.MI), ARENA (ARE.MI), COGEME SET (COG.MI), CRESPI (CRE.MI), POPOLARE SPOLETO (SPO.MI), SCREEN SERVICE (SSB.MI).

Sul sito http://www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su http://www.twitter.com/reuters_italia

Websim Focus sui Mercati finanziari 30/12/2014 08:53 – WS

Le Borse europee sono indirizzate verso un avvio in calo, con i future sugli indici di Londra, Parigi e Francoforte che arretrano dello 0,4%. Pesa sull’umore degli investitori la situazione della Grecia, che andrà a elezioni anticipate con il rischio che a vincerle sia una coalizione di sinistra che vuole rivedere gli accordi sul salvataggio finanziario di Atene.

La situazione politica greca pesa anche sull’euro, sceso stamattina a 1,212 contro il dollaro, il livello più basso da metà 2012.

ASIA. Mattina di ribassi per le Borse asiatiche. Tokio chiude l’ultima seduta del 2014 con l’indice Nikkei in calo dell’1,6% e il bilancio da inizio anno è un rialzo del 7,1% in yen (+6,2% in euro). La Borsa di Hong Kong arretra dell’1%, Shanghai -0,2%, Seul -0,6%, Mumbai è in parità.
Da inizio 2014 in Asia il mercato azionario migliore è quello cinese: la Borsa di Shanghai è salita del 64%. Al secondo posto l’India, con l’indice Bse Sensex di Mumbai in rialzo del 42%.

WALL STREET. A New York ieri sera l’indice S&P500 è salito dello 0,09% segnando il nuovo record a 2.090 punti. Pressoché invariati Nasdaq e Dow Jones.

FTSEMIB (19.130 punti, -1,1%). Respinto dalle prime resistenze (area 19.300/19.400 punti), e dal clima prefestivo. Ben più importante sarà l’ostacolo a 20.200 punti. Al ribasso, sostegni degni di nota solo nella fascia 18.000/17.555 punti. Manca completamente un trend di fondo.

PETROLIO. Il prezzo del petrolio è in calo: il Brent, che ieri è sceso del 2,6%, arretra stamattina di un altro 0,9% a 57,3 dollari al barile. Il Wti è scambiato a 53,1 dollari, in calo dello 0,8% (ieri ha perso il 2%). Neanche il crollo della produzione di greggio in Libia sostiene le quotazioni del greggio: il Paese africano dilaniato dalla guerra civile produce ora meno di 300mila barili al giorno, contro gli 800mila che produceva ad ottobre e gli 1,6 milioni del 2010.

FOREX. L’euro continua a perdere terreno nei confronti del dollaro che sale a 1,212, da 1,215 della chiusura di ieri sera. Il mercato teme ora un deragliamento del bailout internazionale della Grecia paese, in caso di vittoria di Syriza, che potrebbe rigettare l’area euro nell’emergenza. Target di medio periodo a 1,20. Eventuali allunghi verso 1,275 riaprirebbero occasioni di acquisto di dollari.

ASTE TITOLI DI STATO. Il Tesoro italiano offre oggi tra 5,5 e 7,5 miliardi di euro complessivi tra Btp a 5 e 10 anni e Ccteu). Il rendimento del quinquennale è visto in rialzo: ieri sul secondario scambiava all’1,07% dallo 0,94% dell’asta di fine novembre, quando segnò un nuovo minimo storico. All’opposto, il tasso del decennale ieri scambiava all’1,99%, in calo rispetto al 2,08% dell’ultimo collocamento.

Analisi del 2014

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2014 per questo blog.

Ecco un estratto:

La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo blog è stato visitato circa 9.600 volte in 2014. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 4 spettacoli con tutto esaurito per permettere a così tante persone di vederlo.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.