MONETARIO – Cosa succede oggi giovedì 31 marzo 31/03/2016 – RSF

INFLAZIONE – Focus in mattinata sui dati flash sull’inflazione di marzo in Italia, Francia e soprattutto, in chiave Bce, nella zona euro. Per quel che riguarda l’Italia le previsioni indicano la conferma di un quadro deflazionistico, con un indice dei prezzi al consumo stimato in contrazione dello 0,3% su anno, come in febbraio; gli economisti rimandano a fine estate per un apprezzabile cambio di scenario (news). Anche per la zona euro nel suo complesso l’inflazione è vista ancora sottozero: le stime danno un indice Cpi in calo dello 0,1% tendenziale dopo il -0,2% di febbraio; il dato al netto di cibo ed energia è indicato a +0,9% dal +0,8% di febbraio. I dati di ieri sull’inflazione tedesca hanno però evidenziato numeri superiorialle attese, con un’accelerazione a 0,3% in marzo (a 0,1% l’armonizzato) (news).

TARIFFE LUCE E GAS – A proposito di prezzi, ieri l’Autorità per l’energia il gas e il sistema idrico ha annunciato che a partire dal primo aprile letariffe elettriche in Italia scenderanno del 5% mentre quelle del gas del 9,8%. Una riduzione che si aggiunge a quella che era stata già decisa per il primo trimestre dell’anno (news).

IVA – Il vice ministro dell’Economia Morando haribadito ieri che il governo è impegnato ad evitare gli aumenti di Iva e accise che dovrebbero scattare a partire dal 2017 per rispettare gli impegni con l’Ue di riduzione del deficit (news). Le parole di Morando sono arrivate a poco più di unasettimana dalla data attesa per il varo del Def, dopo che indiscrezioni di stampa hanno citato l’ipotesi di una sterilizzazione non completa delle clausole di salvaguardia, attraverso un piccolo e mirato rialzo dell’Iva (giocando anche sullacomposizione delle aliquote) capace di contribuire al taglio dell’Irpef.

BTP – Lievemente positivo ieri il secondario italiano, con acquisti soprattutto sul tratto lungo e su quello extra lungo, al termine della seduta in cui il Tesoro hacollocato 8 miliardi, l’importo massimo, di titoli a medio lungo, tra cui il nuovo Btp a 5 anni giugno 2021. Nuovi minimi storici sono stati registrati in asta sia sul nuovo quinquennale sia sulla scadenza decennale (news). I Btp ripartonostamane da un tasso dell’1,22%, lo spread da 106 pb dopo aver stretto ieri sul calo della carta tedesca in scia ai dati migliori delle stime sull’inflazione tedesca.

RIAPERTURE MEDIO LUNGO – Oggi andranno in riapertura i tre titoli in asta ieri, con un’offerta supplementare di 1,05 miliardi per il nuovo Btp quinquennale, di 450 per il decennale e di 225 per il Ccteu dicembre 2022. Al netto delle riaperture odierne e in attesa dell’imminente lancio del nuovo Btp Italia, il Tesoro hacoperto circa il 31% delle esigenze di rifinanziamento previste per quest’anno.

BOND CENTENNALE IRLANDA – Ieri il Tesoro irlandese ha comunicato di aver collocato tramite private placement 100 milioni di euro di bond a 100 anni, la primaemissione del paese su una scadenza così lunga. Il tasso è stato del 2,35%. “Un grande voto di fiducia sull’Irlanda come emittente sovrano” ha commentato il responsabile funding dell’agenzia del debito del paese (news).

MERCATO LAVORO USA – Negli Usa, dopo le parole di cautela pronunciate l’altro ieri dal governatore della Fed Yellen, l’attenzione resta sul flusso dei dati economici. In attesa del ‘payroll’ di marzo, in uscita venerdì (con stime per 205.000 nuovi posti nonagricoli rispetto ai 242.000 del mese precedente), ieri il rapporto Adp ha evidenziato un dato leggermente superiore alle attese, con 200.000 posti in più nel settore privato, rispetto ai 194.000 previsti (news). Oggi intanto è in agenda lastatistica settimanale sui sussidi di disoccupazione: le stime sono per 265.000 nuove richieste, in linea con quelle della settimana precedente.

FED – Nel segno della cautela sono andate anche le dichiarazioni di ieri sera del presidentedella Fed di Chicago Evans, con parole decisamente allineate a quelle appena pronunciate dalla Yellen. Secondo Evans per i prossimi anni negli Stati Uniti sarà appropriata una serie di rialzi dei tassi “molto limitata”, in modo sia da proteggerel’economia da shock esterni sia da impedire una discesa dell’inflazione a livelli troppo bassi.

AVVIO CANTIERI GIAPPONE – Sono aumentati del 7,8% su anno in febbraio i cantieri residenziali in partenza in Giappone: un dato decisamentepositivo rispetto al +0,2% di gennaio e soprattutto rispetto al -2,4% delle attese.

GREGGIO – Quotazioni petrolifere in calo stamane, col greggio Usa che scende sui minimi da due settimane: gli ultimi dati sulle scorte Usa, che hannotoccato nuovi livelli record (sebbene l’aumento sia stato inferiore alle attese nell’ultima settimana), riaccendono i timori per l’eccesso di offerta globale (news). La limitata risalita del dollaro nelle ultime ore contribuisce a sua volta atenere sotto pressione i prezzi. Alle 7,30 italiane il future Brent <LCOc1> tratta a 38,81 dollari il barile (-0,45); il Nymex <CLc1> a 37,83 dollari (-0,49).

FOREX – Recupera qualcosa ma resta sulla difensiva il dollaro in scia ai commenti ‘accomodanti’ di due giorni fa della Yellen, e del medesimo segno, ieri, da parte di Evans. Il ‘dollar index’, che mette in relazione il biglietto verde a un paniere delle principali divise internazionali risale marginalmente dopo essersiriavvicinato in seduta al minimo da 5 mesi di 94,578 toccato due settimane fa. Il dollaro recupera lievemente anche nei confronti dell’euro: l’euro/dollaro <EUR=> tratta a 1,1316/20 da 1,1336 dell’ultima chiusura, restando comunque in prossimità delmassimo del 2016 di 1,1377 (con un apprezzamento complessivo sul trimestre di circa il 4%); dollaro/yen <JPY=> a 112,32/37 da 112,42; euro/yen <EURJPY=> a 127,13/20 da 127,44.

TREASURIES – Governativi Usa in rialzo nelle contrattazioni della mattinata, in linea con le ultime indicazioni decisamente gradualiste giunte dalla Fed sulle prospettive del ciclo di rialzo dei tassi Usa. Il Treasury decennale <US10YT=RR> guadagna 5/32, rendimento a 1,812%%.

DATIMACROECONOMICI
ITALIA
Istat, stima prezzi al consumo marzo (11,00) – attesa dato Nic 0,1% m/m; -0,3% a/a; dato Ipca 2,2% m/m; -0,2% a/a.

Istat, prezzi alla produzione dell’industria febbraio (12,00).

FRANCIA
Stima prezzial consumo marzo febbraio (8,45).

Prezzi alla produzione febbraio (8,45).

Spesa per consumi febbraio (8,45) – attesa 0,0% m/m.

GERMANIA
Vendite al dettaglio febbraio (8,00) – attesa 0,3% m/m; 2,2% a/a.

Tasso disoccupazionemarzo (9,55) – attesa 6,2%.

GRAN BRETAGNA
BoE, dati su credito al consumo, mutui e massa monetaria M4 febbraio (10,30) – attesa crediti al consumo 1.400 miliardi.

Lettura finale Pil 4° trimestre (10,30) – attesa 0,5% t/t; 1,9% a/a.

Partite correnti 4° trimestre (10,30) – attesa -21,10 mld.

GRECIA
Vendite al dettaglio gennaio (11,00).

SPAGNA
Partite correnti gennaio (9,00).

Stima flash prezzi al consumo marzo (9,00) – attesa dato armonizzato -0,9% a/a.

Vendite al dettaglio febbraio (9,00).

ZONA EURO
Stima flash inflazione marzo (11,00) – attesa -0,1% a/a.

USA
Nuove richieste settimanali sussidi disoccupazione (14,30) – attesa 265.000.

Pmi Chicago marzo (15,45) – attesa 50,0.

BANCHE CENTRALI
ITALIA
Banca d’Italia, bollettino Statistico trimestrale dicembre 2015; debito estero dell’Italia 4° trimestre 2015; posizione patrimoniale sull’estero dell’Italia 4° trimestre2015.

Banca d’Italia pubblica indice Eurocoin di febbraio.

EUROPA
Gran Bretagna, conferenzastampa governatore Carney su ‘Financial Stability Board’ a Tokyo (9,00).

USA
New York, intervento presidente Fed Chicago Evans (15,30).

Lexington, intervento presidente Fed New York Dudley (23,00).

APPUNTAMENTI ITALIA
Roma, a commissione Affari costituzionali della Camera audizione Cantone su schema dlgs di revisione e semplificazione in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza (14,00).

Roma, Alfano risponde al question time alla Camera su iniziative Italia contro terrorismo dopo attentati Bruxelles (15,00).

Roma, in Senato interrogazioni a risposta immediata a Poletti(16,00).

Milano, Reuters pubblica asset allocation marzo (13,00).

Milano, dibattito su”Banche e territorio: il coraggio di un cambiamento necessario” con Lodesani, Viola, Giarda, Maroni, Baretta, Furlan (9,30).

EUROPA
L’Aja, udienza Tribunale arbitrale su Marò.

Helsinki, attesa da Tesoro finlandese pubblicazionerapporto trimestrale, comprendente piano per prossime emissioni.

Parigi, riunione ministri finanziari e governatori banche centrali G20; ministro Finanze francese Sapin e governatore banca centrale cinese Xiaochuan ospitano seminario su architettura finanziaria internazionale.

Vienna, convegno economico Austria-Iran (10,00).

USA
New York, intervento Mogherini a ‘United Nations Security Council’.

Boston, Renzi visita il centro IBM (9,45), interviene presso l’Harvard University (11,45).

Washington, termina vertice sul nucleare, partecipa Renzi.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...