MONETARIO – Cosa succede oggi giovedì 17 marzo 17/03/2016 – RSF

TASSI FED – Tassi invariati, come da attese, ieri al termine del meeting di politica monetaria Fed, che ha però adottato toni nel complesso ‘dovish’. Nel comunicato la banca centrale sottolinea che la moderata crescita in atto e i forti miglioramenti sul mercato del lavoro consentiranno nuove strette quest’anno, ma anche osservato come l’economia Usa continui a dover fronteggiare rischi legati alla congiuntura globale. Le ultime proiezioni dei membri del Fomc, diffuse ieri, indicano entro fine 2016 due nuovi rialzi dei tassi da un quarto di punto ciascuno, dopo quello dello scorso dicembre, il primo in quasi un decennio. Al termine del meeting di dicembre le stesse proiezioni indicavano per quest’anno quattro rialzi dei tassi. (news) (news) (news)

RIUNIONE BANK OF ENGLAND – Attesa in mattinata anche per la Banca d’Inghilterra che conclude il meeting di politica monetaria. L’ultimo sondaggio Reuters vede tutti i 59 economisti interpellatiescludere un intervento sui tassi, evidenziando inoltre un nuovo spostamento in avanti delle attese sui tempi di un rialzo del costo del denaro, dal minimo storico di 0,50%: causa i timori di rallentamento economico globale, la mediana delleprevisioni punta ora sul primo trimestre 2017, mentre a un intervento nel quarto trimestre di quest’anno viene attribuita una probabilità inferiore al 50% (45% dal 55% del precedente sondaggio). Su tutte queste previsioni grava peraltro l’incertezzaper l’esito del referendum del 23 giugno sulla permanenza del Regno Unito nell’Ue.

BTP – Da seguire la reazione dell’obbligazionario europeo alle decisioni della banca centrale Usa. Ieri la seduta è stata positiva, in un mercato dai volumisottili, tutto orientato all’attesa del verdetto Fed, ma che ancora beneficia delle nuove misure espansive annunciate la settimana scorsa dalla Bce. I Btp ripartono stamane da un tasso decennale dell’1,34% e da uno spread su Bund di 103 pb,praticamente ai minimi da inizio anno.

MERCATO PRIMARIO – Mattinata ricca sul mercato primario, con le aste a medio lungo di Francia e Spagna. Parigi offre fino a 7 miliardi di euro di Oat sulle scadenze aprile 2020, novembre 2020 e ottobre2022, cui si aggiunge l’offerta, fino a 2 miliardi, del nuovo Oat marzo 2021 indicizzato all’inflazione della zona euro. L’offerta di Madrid è fino a 3 miliardi: le scadenze interessate sono il 3 anni gennaio 2019, il decennale aprile 2026 e il lungoluglio 2032.

RENZI A CONSIGLIO UE – Si apre oggi a Bruxelles una nuova difficile riunione del Consiglio europeo dedicata principalmente all’emergenza immigrazione, a pochi giorni dalle elezioni regionali tedesche che hanno vistol’affermazione della destra euroscettica. Partecipa anche Draghi. Intervenendo ieri in parlamento in vista del vertice odierno Renzi ha affermato che è giusto cercare un accordo con la Turchia sulla gestione della crisi dei migranti ma “non a tutti icosti”. Ma il premier è poi passato ai temi economici affermando che per arrivare ad un abbassamento delle tasse è necessario ottenere margini di flessibilità da Bruxelles (news) e che la ripresa passa anche per la riduzione entro i limiti europei del surplus commerciale di paesi come la Germania. (news)

RIFORMA BCC – Prosegue oggi in commissione Finanze l’iter del decreto sulle sofferenze bancarie e sulla riforma delle Bcc, con il voto sugli emendamenticoncordati da governo e maggioranza, depositati martedì sera. Sulla riforma delle Bcc l’accordo è sostanzialmente raggiunto e prevede che le banche che vorranno rimanere indipendenti dalla nuova capogruppo abbiano 60 giorni di tempo per esercitare la’way out’. L’opzione è concessa agli istituti con almeno 200 milioni di patrimonio netto e a quelli che decidono di associarsi a una banca che rispetti tale requisito. (news) Il testo è atteso in aula la settimana prossima.

EXPORTGIAPPONE – Le esportazioni sono scese in febbraio per il quinto mese consecutivo confermando, nonostante una ripresa dell’export verso la Cina, i timori secondo cui la debolezza della domande estera potrebbe contribuire a spingere Tokyo nuovamente inrecessione. Le esportazioni sono calate del 4,0% su anno in febbraio, oltre le stime degli economisti (-3,1%). Il miglioramento rispetto al -12,9% di gennaio, il dato peggiore dal 2009, riflette soprattutto la ripresa delle consegne verso la Cina(+5,1%) dopo lo stop dovuto alla lunga festività del capodanno. Le importazioni hanno registrato un calo del 14,2% in febbraio dopo il -18,0% del mese precedente, su attese per un -15,2%. La bilancia commerciale passa in attivo di 242,8 miliardi diyen, rispetto al rosso di 645,9 miliardi di gennaio.

FOREX – Il dollaro si conferma indebolito stamane dopo il calo subito ieri in scia al messaggio complessivamente ‘accomodante’ del meeting Fed, che ha lasciato invariato il costo deldenaro e dimezzato, da quattro a due interventi, la prospettiva di rialzo dei tassi per quest’anno. Alle 7,30 italiane l’euro/dollaro <EUR=> tratta a 1,1224/26 da 1,222 dell’ultima chiusura; ieri nel post Fed il cambio è risalito fino al massimo da un mese si 1,1244. Il biglietto verde estende la flessione nei confronti della divisa giapponese: dollaro/yen <JPY=> a 112,14/19 da 112,57, con un minimo da circa tre settimana questa mattina a 111,97. Euro/yen <EURJPY=> a 125,90/95 da 126,34.

TREASURIES – Continua anche stamane nelle contrattazioni asiatiche la risalita dei Treasury e il parallelo calo dei rendimenti legato all’esito della riunione della Fed. Stamane il rialzo del benchmark decennale Usa <US10YT=RR> è di 15/32, con unrendimento in flessione all’1,885%; martedì, giorno prima della Fed, in chiusura di seduta il tasso viaggiava in area 1,97%.

GREGGIO – Il greggio consolida i guadagni già visti ieri seguiti all’annuncio del vertice dei maggiori Paesiproduttori (sia Opec sia non Opec), tra un mese a Doha, per discutere e accordarsi sulla proposta di congelamento dell’output globale sui livelli attuali. Dopo i guadagni di ieri, rispettivamente del 4,1% e del 5,8%, stamane il futureBrent <LCOc1> scambia a 40,51 dollari il barile (+0,18), il Nymex <CLc1> a 38,93 dollari (+0,47).

DATI MACROECONOMICI
ITALIA
Istat, commercio estero e prezzi all’import gennaio (10,00).

Istat, produzione delle costruzionigennaio (11,00).

GRECIA
Tasso disoccupazione 4° trimestre (11,00).

PORTOGALLO
Partite correnti gennaio.

ZONA EURO
Bilancia commerciale gennaio e inflazione finale febbraio (11,00).

USA Richieste settimanali sussidi di disoccupazione, partite correnti 4° trimestre e indice Fed Filadelfia marzo (13,30).

Leading indicator febbraio (15,00).

ASTE DI TITOLI DI STATO
EUROPA
Francia, Tesoro offre 6-7 miliardi euro Oat 25/4/2020 cedola 3,50%, 25/11/2020 cedola 0,25%, 25/10/2022 cedola 2,25% e 1,5-2 miliardi euro nuovo Oat indicizzato a inflazione zona euro 1/3/2021.

Spagna, Tesoro offre 2-3 miliardi euro titoli di Stato 31/1/2019 cedola 0,25%, 30/4/2026 cedola 1,95%, 30/7/2032 cedola 5,75%.

BANCHE CENTRALI
EUROPA
Gran Bretagna, banca centrale annuncia tassi, pubblica verbali riunione politica monetaria (13,00).

Norvegia, banca centrale annuncia tassi e presenta rapporto dipolitica monetaria (10,00).

Svizzera, banca centrale pubblica pubblica valutazione di politica monetaria (9,30).

Zona euro, riunione ‘General Council’ Bce a Francoforte.

Zona euro, Draghi partecipa a vertice Consiglio europeo a Bruxelles.

APPUNTAMENTI
ITALIA
Roma, Camera, commissione Finanze, decreto su sofferenze bancarie, riforma Bcc.

Roma, convegno Aiaf “Fondi pensione, Casse di previdenza e sistema Paese: i minibond” (10,00).

Roma, Padoan a convegno Iai “L’Italia e il governo dell’economia europea” (11,00).

Roma, Camera, commissione Ambiente, audizione Cantone su appalti pubblici e concessioni (15,30).

Roma, Presentazione del progetto “Unicredit Mipaaf. Coltivare il futuro”, con Padoan (17,00).

Roma, Confindustria, ‘saggi’ presentano al Consiglio generale candidati ammissibili a presidenza.

EUROPA Bruxelles, inizia vertice Consiglio europeo; termina il 18 marzo; partecipa Renzi.

Berna, segretariato di Stato per Affari economici (Seco) pubblica previsioni economiche (7,45).

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...