MONETARIO – Cosa succede oggi mercoledì 2 marzo 02/03/2016 – RSF

DBRS SU ITALIA – Intervistato dal Sole 24 Ore, il responsabile rating di Dbrs afferma che l’Italia procede nella giusta direzione, alla luce del ritorno della crescita, del consolidamento dei conti pubblici e del programma di riforme strutturali. Ma d’altra parte Mc Cormick sottolinea come Roma non sia invulnerabile alle criticità del contesto internazionale, che comprendono il rischio Brexit, la deflazione, il rallentamento di Cina ed altre economie emergenti e la crisimigratoria. La principale preoccupazione, prosegue mC Cormick, resta il tasso di crescita, che ha mostrato una forza deludente. Per quest’anno il Pil potrebbe assestarsi attorno all’1% o addirittura sotto, mentre inizialmente si pensava a una crescita di 1,5%. D’altra parte, Dbrs non mette in discussione la sostenibilità del debito pubblico. L’agenzia, che si pronuncerà il rating italiano il 18 marzo, valuta l’Italia con A(low), outlook stabile.

MOODY’S SU CINA – Moody’s ha abbassato anegativo da stabile l’outlook sul rating sovrano cinese, citando l’incertezza riguardo la capacità delle autorità di Pechino di implementare le riforme economiche, l’aumento del debito pubblico e il calo delle riserve valutarie. L’agenzia haconfermato il rating Aa3.

BTP – Nuova sessione con il segno più ieri per il secondario italiano. Riflesso nella ripresa di greggio e borse, il clima di maggiore propensione al rischio ha permesso al Btp decennale di recuperare su Bunduna manciata di centesimi in chiusura in termini di spread con il differenziale tra decennali a 125 punti base, minimo dall’8 febbraio.

ASTE – Si attivano questa mattina dal lato del primario Germania e Grecia. Berlino mette a disposizionedegli investitori una riapertura da 4 miliardi di euro dell’attuale benchmark a cinque anni, offerto per la prima volta il 3 febbraio scorso con un collocamento tecnicamente scoperto (0,95 il rapporto tra domanda e offerta), fenomeno peraltro tutto tranne che inconsueto per i collocamenti tedeschi. Rispetto allo 0,24% dell’asta inizio febbraio, il rendimento del cinque anni aprile 2021 era indicato ieri sul secondario in area -0,4%, nuovo minimo della serie. Comprensibilmente diversa la prospettiva per il collocamento greco: 875 milioni di titoli di Stato a 26 settimane. Con l’asta di inizio febbraio i Buoni del Tesoro a sei mesi sono stati assegnati al tasso di 2,97%, tasso identico a quello cui a settembre scono stati assegnati gli875 milioni di carta in scadenza il 4 marzo, data di valuta dell’offerta odierna.

ASPETTATIVE DEFLAZIONE ERODONO RENDIMENTI – In base a calcoli TradeWeb, sul controvalore totale di 7.000 miliardi di euro di titoli di stato della zona euro, il 43% circa offre oggi un rendimento negativo. (news) Ieri mattina Tokyo ha intanto assegnato titoli di Stato decennali a tassi negativi, come mai successo prima a un Paese G7. Chi ha sottoscritto la nuova carta è evidentemente disposto acaricarsi di un costo per far fronte alle prospettive di deflazione.

VERSO CONSIGLIO BCE – A poco più di una settimana dalla riunione di politica monetaria del 10 marzo, in una lettera datata ieri Mario Draghi ha ribadito che la Bce terrà conto dei crescenti rischi al ribasso emersi sullo scenario di crescita e del deterioramento delle aspettative di inflazione.(news)

PIL AUSTRALIA – Nel quarto trimestre il Pil australiano è cresciuto oltre le attese, alritmo più intenso da quasi due anni. Un dato interpretato come un segnale di speranza sul superamento della fase peggiore del tracollo globale delle commodities, di cui il paese è molto ricco, anche se il contributo alla crescita è arrivatosoprattutto dai consumi e dalle costruzioni. Il Pil è salito di 0,6% su base trimestrale (0,4% il consensus) dopo +1,1% (rivisto al rialzo) del precedente. Su base annua il Pil ha accelerato il ritmo di crescita al 3% da 2,7% del trimestre precedente(2,5% le attese).

FOREX – Dollaro stabile nei confronti delle principali controparti, non distante dal massimo da un mese toccato nella precedente seduta, dopo che una serie di dati macro agli occhi degli investitori hanno riportato sultavolo la possibilità di un nuovo rialzo dei tassi da parte della Fed quest’anno. Intorno alle 7,30 il biglietto verde è stabile in area 114 yen <JPY=> e a intorno 1,0864 euro. La valuta unica <EUR=> è a sua volta stabile della divisa giapponese a123,85 <EURJPY=>. In rialzo il dollaro australiano, che beneficia dei dati sul pIl è sale dello 0,89% a 0,7240 dollari Usa <AUS=D4>.

GREGGIO – Andamento debole per i derivati del greggio, zavorrati dall’enorme accumulo di scorte negli StatiUniti rilevato da American Petroleum Institute, in attesa questo pomeriggio della statistica settimanale a cura dell’Eia. I futures sul Nymex cedono 21 centesimi a 34,19 dollari il barile <CLc1>, il derivato del Brent sale leggermente a 36,88 dollari il barile (+ 8 centesimi).

TREASURIES – Chiusura negativa per l’obbligazionario statunitense, con i rendimenti in rialzo al massimo da due settimane. Il rimbalzo dell’attività manifatturiera evidenziato dell’indice Ism ha infatti ridottol’appetito degli investitori per gli asset a basso rischio. Il decennale benchmark ha archiaviato la seduta con un calo di 26/32, per un rendimento di 1,828% da 1,74% della precedente chiusura.

DATI MACROECONOMICI
GRAN BRETAGNA Markit/Cips, Pmi costruzioni febbraio (10,30) – attesa 55,5.

ZONA EURO
Prezzi alla produzione gennaio (11,00) – attesa -0,7% m/m; -2,9% a/a.

USA
Adp, occupati settore privato febbraio (14,15) – attesa 190.000.

IsmNew York febbraio (15,45).

Scorte settimanali prodotti petroliferi Eia (16,30).

ASTE DI TITOLI DI STATO
EUROPA
Germania, Tesoro offre 4 miliardi titoli Stato a 5 anni (Bobl).

Grecia, Tesoro offre 875 milioni titoli Stato a26 settimane.

BANCHE CENTRALI
EUROPA
Svezia, riunione board esecutivo, no decisione tassi.

Zona euro, audizione Villeroy de Galhau a commissione Finanze della Camera a Parigi (9,30).

Zona euro, a convegno a Francoforteinterventi di Coeuré (9,30) e Dombret (14,55).

Zona euro, intervento Coeuré a Parlamento europeo a Bruxelles (18,00).

USA
Washington, Fed pubblica Beige Book (20,00).

San Ramon, intervento presidente Fed S.Francisco Williams (17,00).

APPUNTAMENTI
ITALIA
Roma, audizione Gozi sugli esiti del Consiglio europeo del 18/19 febbraio davanti a Commissione Esteri del Senato (8,30).

Roma, audizione Bressa su riordino province e comuni davanti a CommissioneAffari Costituzionali del Senato (14,00).

Roma, Commissione Finanze della Camera, misure urgenti su riforma banche di credito cooperativo, garanzia su cartolarizzazione delle sofferenze, regime fiscale procedure di crisi.

Roma, convegnoAssolavoro “Jobs act e politiche attive: flessibilità, tutele e servizi efficienti” con Poletti, Nannicini (9,00).

Milano, convegno Bocconi su “Dimensione e profili del mercato dei NPLs Corporate” con Gobbi (Banca d’Italia), Mignatelli, G. Bossi; conclusioni Taddei (9,30).

EUROPA
Zagabria, presidente Consiglio Ue Tusk in visita.

Sulsito http://www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su http://www.twitter.com/reuters_italia

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...