Websim Focus sui Mercati finanziari 26/10/2015 – WS

Il taglio dei tassi in Cina e l’accelerazione sul QE hanno impresso una svolta ai mercati finanziari.

Yuan (invariato a 6,39 su dollaro). Secondo indiscrezioni riportate venerdì da Bloomberg, la valuta della Cina sarà prestissimo ammessa nel paniere del Fondo Monetario Internazionale, in questo modo dovrebbe assumere lo status di valuta di riferimento internazionale, un obiettivo sul quale lavora da anni Pechino. Il valore dello yuan dovrebbe quindi essere fissato, più di quanto avviene ora, dalle forze del mercato dei capitali.

Asia. Stamattina prevale ancora il segno positivo. Tokyo +0,65%, Shanghai +0,4%, Hong Kong +0,1% e Taiwan +0,5%. Mumbai oscilla sulla parità

I future sulle borse europee anticipano un avvio piatto, dopo il poderoso rally della scorsa settimana.

Analisi tecnica borse. Settimana eccellente per tutti i listini principali. Ha stupito il +6,8% del Dax (10.794) che ha segnato nuovi massimi da agosto e riportato a +10% la performance da inizio 2015. La locomotiva d’Europa è ripartita. L’S&P (2.075) ha chiuso l’ottava con un guadagno del 2% riportandosi in vista dei massimi storici. Meglio ancora il Nasdaq (+3%) grazie ad alcune trimestrali “strabilianti”. Tokio +2,9% complessivo.

FtseMib (22.736). Ha chiuso l’ottava in guadagno dell’1,8%. Dopo qualche seduta di assestamento, è finalmente riuscito a sfondare con un movimento convincente il primo ostacolo a 22.550 punti. Aumenta la probabilità di approdare in tempi brevi sul successivo ostacolo verso 23.500 punti. Continuiamo a preferire i titoli “Italy sensitive” e con elevati dividendi. I provvedimenti in Cina e il rimbalzo del dollaro hanno ridato lustro al Lusso. Restiamo prudenti sui Petroliferi.

Variabili macro

Petrolio. La settimana si è chiusa con un calo del 5% che segue il -4% di quella precedente. Stamattina prezzi piatti: Brent 48 usd, Wti 44,7 usd. Lo scenario rimane fragile e non escludiamo un approdo verso l’area dei minimi estivi a 45/40 usd dove ci posizioneremo per gli acquisti.

Oro (1.165 usd). Settimana chiusa con un -1% dovuto al rimbalzo del dollaro che attira tutto l’interesse degli investitori. Solo sopra area 1.200/1.220 usd saremo disposti a rivedere in meglio la visione. Sostegni importanti verso 1.150/1.130 usd.

Forex

Valute emergenti. Avvio di settimana in leggero progresso per Rupia indonesiana, Ringgit malese e Real: da +0,5% a +1%. Nessuna novità grafica. Il quadro resta piuttosto contrastato, anche se l’emergenza estiva è alle spalle, e non c’è fretta di tornare a investire in queste aree.

Euro/Dollaro (1,104). Il dollaro ha guadagnato il 2,7% nell’arco dell’ottava, la migliore da luglio, portandosi sui livelli di metà agosto. Raggiunto il target di breve in area 1,11: per trading si consiglia di prendere profitto per i recenti acquisti di dollari suggeriti a 1,15. Ciò non toglie che la nostra visione di fondo resti favorevole al dollaro, che consigliamo di mantenere stabilmente in portafoglio. Target finale 1,05.

Bond.

Bund tedesco. Sulla scia di Draghi il rendimento è sceso venerdì sotto 0,5%, stamattina si risale a 0,515%. Ricordiamo che per noi, gli spunti sotto lo 0,5% sono occasioni per vendere/prendere profitto.

Grecia. Da segnalare che il rendimento a 2 anni è sceso a 6,65% da 7,25% di venerdì mattina, nuovo minimo da ottobre 2010. Rendimento del decennale al 7,25% da 7,40% con lo spread a 675 da 682, siamo sui minimi da dicembre 2014. I bond ellenici non rientrano nel QE, ma proviamo a immaginare cosa potrebbe accadere se …

Italia. Il nostro ostinato ottimismo sta producendo i suoi frutti. Il rendimento a 2 anni del nostro BTP è ormai a “zero”. Lo spread decennale riparte da quota 98, è sceso anche a 94 sul livello più basso da marzo. Il rendimento è sceso a 1,49% da 1,66% di venerdì mattina. Continuiamo a ritenere credibile un approdo dello spread tra 50/80 punti base per fine anno. Diciamo, con un pizzico di orgoglio, che oggi è piuttosto facile prevederlo, lo era un po’ meno già ad agosto con lo spread a 165 e meno ancora un paio di anni fa con lo spread a 250, ma non ci siamo mai persi d’animo.

http://www.websim.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...