Websim Focus sui Mercati finanziari 22/09/2015 – WS

Le Borse europee sono indirizzate verso un’apertura in lieve progresso, con i future sugli indici di Londra, Parigi e Francoforte in rialzo dello 0,2%, nella scia del movimento positivo delle Borse asiatiche.

La Borsa di Hong Kong sale dell’1,2%, Shanghai +1,3%, Seul +0,8%, Mumbai +0,2%. La Borsa di Tokio è chiusa per festività e resterà chiusa anche domani.

Ieri sera a New York l’indice S&P500 ha chiuso in rialzo dello 0,4%, Dow Jones +0,7%, Nasdaq invariato.

Ieri il presidente della Fed di Atlanta, Dennis Lockhart, ha detto che la banca centrale Usa alzerà i tassi entro quest’anno, cercando con questa dichiarazione di attutire gli effetti negativi sui mercati della scelta di giovedì scorso di non alzare il costo del denaro. Lockhart ha spiegato che la recente decisione di lasciare i tassi invariati è riconducibile a una strategia di “gestione del rischio” ma che la volatilità dei mercati non avrà un peso sull’economia Usa.

Il dollaro si è rafforzato nei confronti dell’euro e stamattina è scambiato a 1,115.

Analisi tecnica Borse.

FtseMib (21.755 +1,1%). Buona reazione ieri dopo il brusco calo di venerdì, causato dalla decisione della Fed di lasciare inalterati i tassi di interesse. Il quadro grafico di riferimento si conferma con le prime serie resistenze a 22.270 punti, che continuano a frenare lo slancio che potrebbe riportare l’indice verso i massimi dell’anno. Supporti importanti a 20.970 punti.

Variabili macro

Petrolio. Le quotazioni del greggio arretrano stamattina dopo i rialzi di ieri (Wti +4%, Brent a +3%). Il Wti è scambiato a 46,3 dollari, in calo dello 0,7%, Brent a 48,4 dollari (-1%). Il movimento di breve resta molto volatile e senza una tendenza definita. Segnali di forza del trend (che inviteranno a incrementare le posizioni) si vedranno sopra 50/55 usd. Al ribasso monitoriamo i minimi di periodo in area 40 usd.

Oro (1.134 usd). Nessun movimento particolare. La tendenza di fondo rimane ribassista. Solo sopra 1.140 usd si vedrà un primo timidissimo segnale di forza. Restiamo alla finestra.

Forex

Euro/Dollaro (1,116). La valuta Usa ha riguadagnato il terreno perduto subito dopo l’annuncio che la Fed non ha aumentato i tassi. Suggeriamo di incrementare la posizione in dollari se si arriva sulla parte alta del range 1,05-1,15.

Bond

Bund tedesco. Il rendimento apre a 0,68%, invariato su ieri. Preferiamo intervenire su altri livelli: compreremo sopra l’1% e venderemo sotto lo 0,5%.

Italia. Stamattina il Btp a 10 anni riparte da un rendimento all’1,79%, spread a 111 punti base. La responsabile del debito pubblico, Maria Cannata ha annunciato ieri che il Tesoro sta valutando il lancio del nuovo Btpei, mentre per quest’anno non ci sarà l’offerta di un secondo Btp Italia. Il ministero ha finora coperto circa il 78% delle proprie esigenze di raccolta di quest’anno, pari a un lordo di 410/415 miliardi contro i 455 del 2014.

http://www.websim.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...