MONETARIO – Cosa succede oggi martedì 18 agosto 18/08/2015 – RSF

MERKEL PREPARA VOTO SU GRECIA – Oggi la Cancelliera tedesca incontra parlamentari Cdu/Csu in vista del voto di domani sul terzo bailout per la Grecia. L’approvazione dovrebbe essere scontata grazie al contributo di Spd e Verdi ma al Bundestag sarà sotto osservazione proprio il comportamento dei deputati dalla Cdu/Csu, dopo che 65 di loro hanno votato contro l’avvio dei negoziati. La platea dei contrari potrebbe allargarsi, sancendo una netta divisione dei conservatori. Secondo le stime delquotidiano tedesco Bild, fino a 120 membri su 311 della Cdu/Csu potrebbero rifiutarsi di sostenere il governo.

SCHEUBLE SU FMI E GRECIA – Il governo tedesco vuole che il Fondo monetario internazionale partecipi al salvataggio di Atene. IlFondo però chiede uno sgravio significativo del debito ellenico per riportarlo su un sentiero sostenibile e Lagarde ha detto che si aspetterà fino a ottobre per decidere l’eventuale partecipazione. Questo costringerà i parlamentari tedeschi a votaredomani senza alcuna garanzia che l’istituzione vi avrà parte. Schaeuble ha ricordato ieri che non è la prima volta che il Fmi subordina la sua partecipazione al bailout al soddisfacimento di certe condizioni e si è detto certo che la Germania riuscir a raggiungere un accordo col Fondo sulla sostenibilità del debito greco, aggiungendo che le condizioni sul salvataggio sono già “molto generose”. Alla domanda se la ‘grexit’ sia ormai scongiurata, ha risposto che dipende da Atene, precisando che sela Grecia farà tutto quanto richiesto, avrà la possibilità di rientrare nel mercato dei capitali (news).

BTP – Chiusura col segno più per il secondario italiano sul quale, come sulla maggior parte dei mercati, continua a regnare una significativa scarsità di flussi. Il futures sul decennale di riferimento ha chiuso in area 137, mentre il rendimento del decennale ha terminato la seduta a 1,753% e lo spread fra i rendimenti dei decennali di riferimento italiano e tedesco a 114 punti base dopo un minimo di giornata a 113.

CINA – In un quadro di generale timore per il rallentamento dell’economia cinese, che ha spinto l’istituto centrale a svalutare lo yuan contro il dollaro la scorsa settimana, il dato suiprezzi delle case in luglio mostra un rialzo medio dello 0,3% su base congiunturale, il terzo mese di rialzo consecutivo, secondo quanto mostra l’ufficio nazionale di statistica. Su base tendenziale i prezzi sono invece scesi del 3,7%, secondo calcoli Reuters, un rallentamento della discesa rispetto al -4,9% di giugno.

VERBALI RBA – L’istituto centrale australiano ha pubblicato i verbali della riunione di politica monetaria del 4 agosto, al termine della quale ha deciso di lasciarei tassi di riferimento invariati al suo minimo record del 2,0%. Secondo le minute, la Rba vede l’economia in aggiustamento e, secondo i membri del board, una valuta debole sta aiutando le esportazioni; nel precedente meeting l’istituto aveva detto che la moneta aveva bisogno di un ulteriore deprezzamento.

FOREX – Dollaro saldo sui cross, con un ritorno dell’attenzione degli investitori sulle prospettive di un imminente rialzo dei tassi Usa, mentre sfumano i timori relativi al bruscodeprezzamento dello yuan della scorsa settimana. Attorno alle 7,30 l’euro vale 1,1057/59 <EUR=> da una chiusura a 1,1080, e 138,63/69 yen <EURJPY=> da 137,75. Il dollaro/yen <JPY=> si attesta invece a 124,48/49 da 124,38.

GREGGIO – Prezzidel greggio in calo, con attese di un rallentamento della domanda asiatica sulla decelerazione dell’economia. In calo entrambi i benchmark di circa un terzo dal loro picco in maggio, a riflesso del fatto che gli speculatori scommettono su un ulteriore declino. Attorno alle 7,30, il futures a settembre sul Brent <LCOc1> cede 19 centesimi a 48,55 dollari al barile, mentre la stessa scadenza sul greggio leggero Usa <CLc1> perde 15 centesimi a 41,72 dollari al barile.

TRASURIES – I titolidel Tesoro Usa hanno chiuso in rialzo, supportati dalla pubblicazione dell’indice Empire State sul comparto manifatturiero a cura della Fed di New York, risultato deludente. Il decennale di riferimento <US10YT=TWEB> balzava ieri in chiusura di 13/32 a un rendimento di 2,152%. Intanto il dato sugli acquisti esteri di Treasuries Usa ha mostrato per giugno un livello massimo da febbraio 2014 (news)

APPUNTAMENTI
EUROPA
Germania, Merkel incontra parlamentari Cdu/Csu in vistavoto su terzo bailout Grecia.

Spagna, parlamento spagnolo vota terzo bailout Grecia.

DATI MACROECONOMICI
GRAN BRETAGNA
Prezzi al consumo luglio (10,30) – attesa -0,3% m/m; 0 a/a.

Prezzi al dettaglio luglio (10,30) – attesa -0,2% m/m; 1,05 a/a.

Prezzi alla produzione luglio (10,30) – attesa -0,1% m/m; -1,5% a/a.

USA
Licenze edilizie luglio (14,30) – attesa 1,232 milioni.

Apertura nuovi cantieri luglio (14,30) – attesa 1,190 milioni.

ASTE DI TITOLI DI STATO
EUROPA
Spagna, Tesoro offre titoli di Stato a 6 e a 12 mesi.

BANCHE CENTRALI
EUROPA
Spagna, audizione Linde davanti a parlamento su bozza bilancio statale 2016 (10,00).

Sul sito http://www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su http://www.twitter.com/reuters_italia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...