MONETARIO – Cosa succede oggi mercoledì 5 agosto 05/08/2015 – RSF

PRODUZIONE ITALIA – Mattinata ricca di dati economici di rilievo per l’Italia e la zona euro. Per l’Italia l’attenzione si concentra sulla produzione industriale di giugno che, dopo il forte dato del mese precedente, dovrebbe tornare a contrarsicon una flessione stimata in un -0,3% congiunturale(news). Sulla stessa linea anche le ultime stime di Confindustria, che comunque prevede per luglio un ritorno all’espansione, con un +0,4% (news). In maggio la produzione italianaera balzata dello 0,9% alimentando le speranze per un andamento del Pil del paese migliore delle attese nel secondo trimestre (news).

PMI SERVIZI – Non solo produzione sul fronte economico oggi, quando si completerà il quadro delle indagini congiunturali di luglio, con i Pmi servizi relativi alle principali economie europee. Per l’Italia l’indice è previsto in discesa a 53,0 punti dai 53,4 di giugno: nonostante il calo si tratterebbe comunque della quinta rilevazione mensileconsecutiva sopra la soglia dei 50 punti. Il Pmi manifatturiero italiano, pubblicato lunedì, si è attestato in luglio a 55,3 punti, il livello massimo da oltre quattro anni (news). Per quel che riguarda la zona euro nel suo complesso, èprevista una conferma dei numeri delle stime flash dello scorso 24 luglio, con un Pmi servizi finale a 53,8 e un Pmi composito a 53,7.

CONTI ITALIA – L’Italia vuole chiedere alla Commissione europea nuova flessibilità sui conti pubblici,facendo leva sulla clausola legata all’attuazione delle riforme strutturali. Lo ha annunciato ieri Padoan. Parlando del progetto di riduzione delle tasse annunciato il mese scorso dal governo, il ministro ha spiegato che le coperture dipenderanno “datagli di spesa, crescita e dall’utilizzo delle clausole di flessibilità che il Paese ha già richiesto e intende ribadire”. “Visto il ritmo di riforme difficilmente comparabile ad altri Paesi della zona euro, ci sono i margini per ottenere questo” haaggiunto Padoan, specificando tuttavia che i numeri non sono ancora stati fissati (news).

GRECIA – Dovrebbe partire oggi la fase due della trattativa tra Grecia e creditori, con la stesura della bozza d’accordo sul nuovo piano dibailout. Atene punta a chiudere entro il 18 agosto, cosa che le permetterebbe di affrontare la scadenza debitoria da 3,5 miliardi verso la Bce prevista per il 20 (news). Bruxelles conferma che arrivare ad un primo esborso di fondi in tempoper tale data è un obiettivo “ambizioso ma realistico” (news). Stamane il Tesoro greco tiene una nuova asta, 625 milioni di titoli a 6 mesi, per il rifinanziamento di debito a breve; nella prima metà di luglio, in piena crisi, la Grecia hacondotto con successo due aste, collocando titoli a 6 mesi per 1,625 miliardi e a 3 mesi per 812,5 milioni.

OBBLIGAZIONARIO – Movimenti ancora contenuti nella seduta di ieri per i Btp, in un mercato dagli scambi ridotti. Qualche limitatoacquisto ha prevalso, specie sul tratto breve, mentre in lieve controtendenza si è mosso l’extra lungo, con una tendenza all’irripidimento di tutta la curva italiana. Il tasso decennale ha chiuso a 1,78% (poco sopra i minimi da inizio maggio) mentrelo spread su Bund ripartirà da quota 118 pb. Venendo al primario, oltre alla Grecia oggi è attiva la Germania, con la seconda tranche del Bobl ottobre 2020, in offerta per 4 miliardi. Nella sua prima emissione a inizio luglio il titolo andòtecnicamente scoperto: dei 3,205 miliardi collocati ben 1,795 (ovvero quasi il 36%) furono ritenuti dalla Bundesbank, con un bid-to-cover reale di appena 0,66 (news).

DATI USA – Numerosi anche i dati in arrivo dagli Usa, a cominciare dal rapporto Adp sull’occupazione nel settore privato, tradizionale anticipatore dei numeri ufficiali sul mercato del lavoro, in agenda per venerdì. Secondo le stime il rapporto Adp dovrebbe indicare 215.000 nuovi posti di lavoro in luglio, dopo i 237.000 rilevati il mese precedente. E dopo il dato sulla bilancia commerciale di giugno, anche negli Usa il focus si sposterà sulle indagini congiunturali, con i numeri finali del Pmi servizi e del Pmi composito di luglio e con l’Ism nonmanifatturiero, sempre di luglio: per quest’ultimo le stime sono per un indice in lieve rialzo a quota 56,2 punti, dai 56,0 del mese precedente.

PMI SERVIZI CINA – L’attività nel settore dei servizi è aumentata a luglio al ritmo più rapidodegli ultimi 11 mesi: il “Purchasing Managers’ Index”, elaborato da Caixin/Markit, è salito a 53,8 da 51,8 di giugno, al massimo dall’agosto 2014 nel 12esimo mese di fila di espansione.

FOREX – Dollaro in rialzo nei confronti di euro eyen dopo che il presidente della Federal Reserve di Atlanta, Dennis Lockhart, si è speso a favore in un rialzo dei tassi di interesse a settembre. Attorno alle 7,15, il cambio euro/dollaro <EUR=> vale 1,0865, in calo dello 0,14%, dopo aver chiuso a 1,0880. Alla stessa ora dollaro/yen <JPY=> a 124,35, invariato dopo una chiusura a 124,38 e il cross euro/yen <EURJPY=> scambia in calo di 0,11% a 135,14 (chiusura a 135,29).

GREGGIO – I prezzi del greggio sono in rialzo e si portano oltre la soglia di 50 dollari il barile con gli investitori in attesa dei dati sulle scorte Usa che verranno diffuso nel pomeriggio dall’Eia. I dati Api diffusi ieri certificavano un calo di 2,4 milioni di barili la scorsa settimana a 459,7 milioni.Attorno alle 7,20 i derivati sul Brent <LCOc1> scambiano in rialzo di 35 cent a 50,34 dollari il barile, e quelli sul greggio Usa <CLc1> salgono di 33 cent a 46,07 dollari il barile.

TREASURIES – Prezzi dei governativi Usa in frazionale calo negli scambi asiatici sulla scia delle dichiarazioni di un esponente della Fed che hanno rinfocolato le aspettative per un rialzo dei tassi il mese prossimo. Il decennale di riferimento <US10YT=TWEB> cede 8/32 con un premio di 2,239%.

DATI MACROECONOMICI
ITALIA
Markit/Adaci, Pmi servizi luglio (9,45) – attesa 53,0.

Istat, produzione industriale giugno (10,00) – attesa -0,3% m/m.

Istat, nota mensile sull’andamento dell’economia italiana (17,00).

FRANCIA
Markit, Pmi servizi finale luglio (9,50) – attesa 52,0.

Markit, Pmi composito finale luglio (9,50).

GERMANIA
Markit, Pmi servizi finale luglio (9,55) – attesa 53,7.

Markit, Pmi composito finale luglio (9,55).

GRAN BRETAGNA
Markit/Cips, Pmi servizi luglio (10,30) – attesa 58,0.

PORTOGALLO
Tasso disoccupazione 2° trimestre.

SPAGNA
Pmi servizi luglio (9,15) – attesa 55,5.

ZONA EURO
Markit, Pmi servizi finaleluglio (10,00) – attesa 53,8.

Markit, Pmi composito finale luglio (10,00) – attesa 53,7.

Vendite al dettaglio giugno (11,00) – attesa -0,3% m/m; 1,9% a/a.

USA
Adp, occupati settore privato luglio (14,15) – attesa 215.000. Bilancia commerciale giugno (14,30) – attesa -42,8 miliardi.

Markit, Pmi servizi finale luglio (15,45).

Markit, Pmi composito finale luglio (15,45).

Ism, Pmi non manifatturiero luglio (16,00) – attesa 56,2.

Eia, scorte settimanaliprodotti petroliferi (16,30).

ASTE DI TITOLI DI STATO
EUROPA
Grecia, Tesoro offre 625 milioni euro titoli di Stato a 26 settimane.

Germania, Tesoro offre 4 miliardi titoli di Stato a 5 anni.

BANCHE CENTRALI EUROPA
Gran Bretagna, banca centrale inizia riunione di politica monetaria; termina il 6 agosto.

Zona Euro, riunione Consiglio Bce a Francoforte; no decisione tassi.

APPUNTAMENTI
ITALIA
Roma, Senato vota fiducia a decretolegge sofferenze;
Roma, question time alla Camera (15,00).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...