Websim Focus sui Mercati finanziari 31/07/2015 – WS

Borse asiatiche positive stamattina ad esclusione di quella di Shanghai: a Tokio l’indice Nikkei ha chiuso in progresso dello 0,3%, Hong Kong sale dello 0,3%, Mumbai +1%. L’indice di Shanghai scende dello 0,8%, l’indice complessivo del mercato azionario cinese Csi arretra dello 0,8%.
Ieri sera a New York chiusura invariata per il Dow Jones e l’S&P500, Nasdaq +0,3%.

I future sugli indici delle Borse di Londra, Parigi e Francoforte salgono dello 0,2%.

GRECIA. La Borsa di Atene resta chiusa anche oggi. Ieri Tsipras ha annunciato per settembre un congresso straordinario di Syriza, allo scopo di venire a capo delle recenti divisioni.

ANALISI TECNICA

FTSEMIB (23.248, -0,3%). Scenario di breve ancora “traballante”, a ridosso di resistenze di breve periodo in area 23.400/23.500 punti. Primo sostegno di rilievo in area 22.500/22.000 punti. L’impostazione di fondo resta positiva, ma quella di breve oramai è palesemente laterale nell’ampio range 21/24mila.

Cina CSI 300 (chiusura del 30-7: 3.815 punti, -2,9%). Il mercato azionario cinese reagisce a fatica dopo le recenti cadute. Vediamo incombente la prima resistenza in area 4.300 punti. Probabile un prosecuzione della flessione almeno sino a quota 3.500/3.300 punti. Restiamo prudenti.

Variabili macro

Petrolio. Continua il declino dei prezzi del greggio dopo che i vertici Opec hanno dichiarato che, malgrado i timori su un eccesso di offerta, non ci sarà alcuna riduzione nella produzione. Brent a 53 dollari (-0,5%), Wti a 48,1 dollari (-0,7%). Il Wti si è avvicinato ai minimi dell’anno verso 45/40 usd. Faremo nuovi acquisti solo su ulteriori flessioni del Wti in area 45/40 usd per target verso 55 usd e stop loss sotto 39 usd.

Oro (1.083, -0,4%). Situazione immutata. Continua a funzionare il supporto in area 1.080. Riteniamo possibile nel breve una reazione.

Forex
Euro/Dollaro (1,093). Il dollaro lascia i massimi registrati dopo la lettura del Pil Usa migliore delle attese, ma resta ben sostenuto dalle prospettive di un rialzo dei tassi da parte della Fed. Lo scenario resta in trading range all’interno della banda 1,05/1,00 e 1,15/1,20. E’ lecito sfruttare eventuali strappi nell’area 1,15/1,20 per comprare dollari, puntando ad area 1,10/1,05. Posizionare lo stop loss sopra 1,20 confermato in chiusura. Verso area 1,08/1,05 consigliamo invece la vendita di dollari.

http://www.websim.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...