Websim Focus sui Mercati finanziari 28/07/2015 – WS

Sul mercato azionario cinese la confusione regna sovrana. L’indice di Shanghai stamattina ha oscillato paurosamente passando da un ribasso del 5% a un rialzo del 2%. Al momento segna un calo dell’1%, dopo che l’autorità di vigilanza ha ufficialmente comunicato che il governo di Pechino non intende ritirare le misure a sostegno della Borsa che aveva varato 15 giorni fa.

La Borsa di Hong Kong è in rialzo dell’1%. Tokio ha chiuso in calo dello 0,1%. Invariate le Borse di Mumbai e Seul.
Ieri sera a New York il Dow Jones ha chiuso in calo dello 0,7%, S&P500 -0,5%, Nasdaq -0,9%.
I future sugli indici delle Borse europee sono positivi, in rialzo dello 0,4%.

GRECIA.
Hanno preso il via ieri ad Atene, con qualche giorno di ritardo legato a motivi logistici, i colloqui tra le autorità elleniche e i ‘tecnici’ in rappresentanza delle istituzioni dei creditori internazionali. Il parlamento ha finora approvato – in data 16 e 23 luglio – due pacchetti di legge dedicati alle riforme di politica economica e fiscale richieste in cambio del terzo pacchetto di aiuti finanziari fino a 86 miliardi in tre anni. Se secondo la Commissione europea il negoziato dovrebbe procedere in tempi più veloci possibile, a parere di una fonte vicina ai colloqui i creditori concederanno l’esborso di nuovi fondi soltanto a condizione vengano approvati ulteriori provvedimenti di riforma. La Borsa ateniese resta intanto chiusa; sono aperti, invece, gli sportelli bancari, mentre restano in vigore i controlli sui capitali.

ANALISI TECNICA

FTSEMIB (22.809, -2,9%). Avvicinati nuovamente i massimi dell’anno, scattano le prese di profitto. Primo sostegno di rilievo in area 22.500/22.000 punti. L’impostazione di fondo resta positiva, ma quella di breve oramai è palesemente laterale nell’ampio range 21/24mila.
Cina CSI 300 (3.820 punti, -8,5%). Il rimbalzo delle ultime settimane si è spento contro la prima resistenza in area 4.300 punti. Probabile un prosecuzione della flessione almeno sino a quota 3.500/3.300 punti. Restiamo prudenti.

Variabili macro

Petrolio. Prezzi del greggio verso il minimo da quattro mesi sulle piazze asiatiche, con la quinta seduta consecutiva di calo sui persistenti timori legati a un eccesso di offerta legati anche alle incertezze sull’economia cinese. Brent a 53 dollari (-0,7%), Wti a 47,2 dollari (-0,4%). Nel breve il calo ha spazio per proseguire e il Wti può andare a ritestare l’area dei minimi dell’anno verso 45/40 usd. Faremo nuovi acquisti solo su ulteriori corpose flessioni del Wti in area 45/40 usd per target verso 55 usd e stop loss sotto 39 usd.

Oro (1.097, invariato). Buona la tenuta di questi giorni sul supporto in area 1.080. Riteniamo possibile nel breve una reazione.

Forex
Euro/Dollaro (1,107). L’attenzione dei mercati si concentra sul meeting della Fed, che inizia oggi e termina domani e che potrebbe fornire qualche indizio sulla tempistica di una stretta monetaria. Lo scenario resta in trading range all’interno della banda 1,05/1,00 e 1,15/1,20. E’ lecito sfruttare eventuali strappi nell’area 1,15/1,20 per comprare dollari, puntando ad area 1,10/1,05. Posizionare lo stop loss sopra 1,20 confermato in chiusura. Verso area 1,08/1,05 consigliamo invece la vendita di dollari.

http://www.websim.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...