MONETARIO – Cosa succede oggi lunedì 27 luglio 27/07/2015 – RSF

GRECIA – Originariamente fissato per venerdì, l’avvio dei negoziati per il terzo bailout è stato invece rimandato di qualche giorno a martedì, “per ragioni tecniche, non politiche né diplomatiche”, secondo un funzionario del ministero delle Finanze. I colloqui dovrebbero sbloccare il terzo programma di bailout, del valore di 86 miliardi di euro. La Borsa di Atene resterà intanto chiusa anche oggi, ma potrebbe riaprire domani, dopo una chiusura di un mese. Le banche greche hanno invece riaperto lunedì scorso.

PADOAN – Sul ‘Financial Times’ Padoan invoca una più profonda integrazione fra i Paesi della zona euro, per scongiurare il rischio di uscite. La questione della Grecia ha messo in discussione il futuro dell’unionemonetaria. “L’uscita e quindi la fine dell’irreversibilità sono adesso un’opzione sul tavolo, non prendiamoci in giro” ha detto il ministro (news).

DOMBROVSKIS SU TASSE IMMOBILI E GRECIA – In un’intervista a ‘La Stampa’ di sabato,il vicepresidente della Commissione Ue con delega per l’euro ricorda che l’Ue suggerisce agli Stati di ridurre le imposte sugli immobili, “perché non riteniamo sia un tipo di tassa che va a detrimento della crescita”, ma ricorda anche che non è statopresentato un programma e pertanto non ci sono considerazioni dirette, ma che è importante che l’Italia segua il programma di stabilità delineato col Def. “E’ importante vedere quali misure l’Italia proporrà per controbilanciare il minor gettito” incaso di una riduzione delle tasse, dice Dombroskis, ricordando che il Paese sta già beneficiando della flessibilità del patto di stabilità. Quanto ad Atene, “una Grexit è certamente fuori discussione adesso”, ma l’analisi della sostenibilità deldebito, che è parte del programma, giustifica delle preoccupazioni.

ZANETTI SU ‘IL SOLE 24 ORE’ – Sul taglio alle tasse sulla prima casa interviene anche Zanetti sul ‘Sole 24 ore’ di sabato, dicendo che se l’obiettivo è la ripresadell’economia proseguire su Irap e costo del lavoro dovrebbe essere prioritario. “Abbiamo già ridotto alle imprese 5,5 miliardi di Irap sul costo del lavoro eppure la percezione continua ad essere quella che le tasse non le abbiamo ridotte” dice ilsottosegretario al Mef. La proposta di Scelta civica “prevede l’eliminazione delle aliquote del 38% e del 41%, con l’aliquota del 27% che a quel punto arriverebbe fino a 75.000 euro. Fino a 28.000 euro nulla cambierebbe, sopra ci sarebbero risparmianche significativi per circa 8 milioni di italiani, specie per i contribuenti tra 40.000 e 60.000 euro, cioè quella classe media per cui oggi la progressività Irpef sale in modo così veloce da essere oggettivamente feroce. Il costo di questointervento, molto semplice, è di 9 miliardi nel primo anno e poi 12 a regime”.

IFO – Dopo il calo superiore alle attese visto in giugno, si attende oggi l’indice sulla fiducia delle imprese tedesche relativo a luglio. Le stime sono di unuleriore calo a 107,2 dal 107,4 del mese scorso.

BTP – Chiusura della settimana positiva per i Btp che hanno bveneficiato dell’approvazione da parte del parlamento greco di un secondo pacchetto di misure di riforma, preliminare al nuovo piano di assistenza. Lo spread ha chiuso in area 123 punti base e il rendimento del decennale benchmark a 1,875%.

ASTE – Atteso oggi a mercati chiusi l’annuncio dei quantitativi e delle tipologie che il Tesoro offrirà all’asta a medio-lungo di giovedì 30 luglio. Venerdì è stato comunicato che il ministero dell’Economia offrirà alla prossima asta del 29 luglio 6,5 miliardi di euro in Bot a 6 mesi (durata 182 giorni), contro i 7,7 miliardi in scadenza. Domani nella prima giornata delleaste di fine mese si terrà il solo collocamento degli indicizzati, con un’offerta fino a 750 milioni di Btpei settembre 2026, data la cancellazione dell’asta di Ctz.

FOREX – Il dollaro rallenta contro euro e yen dopo che un calodell’azionario Usa e un rialzo dei prezzi dei Treasuries hanno posto in dubbio un’effettiva stretta monetaria da parte della Fed al prossimo Fomc. Attorno alle 8 l’euro vale 1,1003/05 <EUR=> da una chiusura a 1,0982, e 135,86/89 yen <JPY=> da 135,94.Il dollaro/yen <JPY=> si attesta invece a 123,48/53 da 123,79. L’indice del dollaro quota 97,061 con un calo dello 0,19%

GREGGIO – Prezzi del greggio in calo su timori relativi a un eccesso di offerta. Attorno alle 8, il future asettembre sul Brent <LCOc1> cede 7 centesimi a 54,55 dollari al barile, mentre la stessa scadenza sul greggio leggero Usa <CLc1> cede 17 centesimi a 47,97 dollari al barile.

DATI MACROECONOMICI
GERMANIA
Prezzi import giugno (8,00)- attesa -0,3% m/m; -1,3% a/a.

Indice Ifo luglio (10,00) – attesa 107,2.

ZONA EURO
Bce, crescita M3 giugno (10,00) – attesa 5,1%.

Bce, prestiti a privati giugno (10,00) – attesa 0,6%.

USA
Revisione licenzeedilizie giugno.

Beni durevoli giugno (14,30) – attesa 3,0%.

ASTE DI TITOLI DI STATO
ITALIA
Tesoro, annuncio tipologia e quantitativi Btp e Ccteu in asta il 30 luglio.

EUROPA
Francia, Tesoro offre titoli di Stato a breve termine.

Germania, Tesoro offre 1,5 miliardi titoli di Stato.

USA
Tesoro offre 24 miliardi di dollari titoli di Stato a 13 settimane, scadenza 29/10/2015 e 24 miliardi di dollari titoli di Stato a 26 settimane, scadenza28/01/2016.

BANCHE CENTRALI

APPUNTAMENTI
ITALIA
Roma, attesa fiducia in Senato su dl enti locali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...