Websim Focus sulle Borse europee 20/07/2015 – WS

Per le Borse europee si profila un avvio incerto: i future sugli indici di Londra, Parigi e Francoforte sono pressoché invariati.
La settimana si è aperta con le Borse cinesi in contenuto ribasso: nel finale di seduta Hong Kong arretra dello 0,2%, Shanghai è in parità. Il mercato azionario di Tokio è chiuso per festività. Seoul e Mumabai sono in calo dello 0,2%.

Venerdì sera il Nasdaq ha chiuso in rialzo dello 0,9% a 5.210 punti, nuovo massimo storico. Il Dow Jones invece, ha perso lo 0,2%.

L’euro è poco mosso nei confronti del dollaro a 1,082 da 1,083 di venerdì sera, quarto giorno consecutivo di deprezzamento dell’euro.
Prosegue, ed accelera, la caduta dell’oro, il future di riferimento perde oltre il 2% a 1.108 dollari l’oncia, è sui minimi degli ultimi 5 anni.

GRECIA – In Grecia, stamattina riaprono le banche, chiuse da tre settimane, restano i limiti al ritiro di contante. In Grecia entrano in vigore alcune delle riforme votate mercoledì dal Parlamento, tra queste, l’aumento dell’Iva sulle attività di ristorazione e sui trasporti.
Angela Merkel, in un’intervista alla radio tedesca ARD, ha affermato che la Germania è disponibile ad aprire una discussione su una ristrutturazione del debito della Grecia, una volta che sarà raggiunto un accordo complessivo sull’erogazione degli aiuti finanziari del terzo piano di salvataggio della Grecia.

ITALIA TASSE – Il premier Matteo Renzi ha annunciato un “patto con gli italiani” sul Fisco, dichiarando che dalla spending review dovrebbero arrivare i fondi necessari a un taglio delle tasse, in particolare a quelle sulla prima casa. Il presidente del Consiglio ha parlato di tagli per 50 miliardi nel corso di cinque anni. Sicuramente nell’annuncio c’è forte il desiderio del capo del governo di rilanciare l’iniziativa in vista delle prossime elezioni amministrative. Ma che l’esecutivo si sprema le meningi per tagliare le tasse, invece che per alzarle, non può che essere positivo.

ANALISI TECNICA BORSE
FtseMib (23.765). Monitoriamo gli estremi del range 21mila – 24mila punti. Solo l’uscita da questi livelli fornirà segnali convincenti sul futuro della nostra borsa.

Variabili macro

Petrolio. Quotazioni stabili dopo le recenti discese: Brent a 57 dollari al barile (-0,1%), Wti a 50,8 dollari (-0,1%). Il quadro resta debole. Solo il ritorno sopra 63 usd e 58 usd rispettivamente allontanerà i rischi di ulteriori discese. Naturalmente la discesa del petrolio è un’ottima notizia per le prospettive dell’economia italiana.

Oro (1.108 usd, -2,2%). Come avevamo segnalato la settimana scorsa, l’oro è sceso ai minimi degli ultimi 5 anni. Aumenta il rischio di cedimento dei supporti, confermiamo la visione negativa.

Forex

Euro/Dollaro (1,083). Altra spinta del dollaro. Gli operatori sono ormai convinti, dopo le parole della Yellen, che la Fed stia preparando il primo rialzo dei tassi entro l’anno. Cresce anche la probabilità di tornare verso la parte bassa del range 1,05/1,15.

http://www.websim.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...