MONETARIO – Cosa succede oggi venerdì 29 maggio 29/05/2015 – RSF

GRECIA – Ancora non si intravede una soluzione definita per la vicenda greca. Se il governo ellenico dice di sperare di chiudere un accordo entro domenica, i creditori sottolineano come il lavoro da fare sia ancora molto, mentre mancano i risultati sostanziali. Dal Fondo monetario, inoltre, è arrivata la precisazione che Atene al momento non ha richiesto di raggruppare i pagamenti dovuti a giugno in un’unica soluzione a fine mese e che una soluzione nei prossimi giorni è “altamente improbabile”. Torna ad essere cerchiata in rosso, dunque, la data del 5 giugno, quando scade una rata di un prestito Fmi che la Grecia non sembra essere in grado di pagare senza lo sblocco di fondi freschi, vincolato da istituzioni europee e Fmi all’implementazione di riforme improntate al contenimento della spesa pubblica. Commenti cauti sono arrivati anche da esponenti della Bce, che hanno ribadito come senza la chiusura formale di un accordo, Francoforte continuerà a non accettare i bondgreci come collaterale nelle operazioni di rifinanziamento bancario. Secondo quanto riferito da un funzionario, la questione greca dovrebbe trovare spazio oggi nell’agenda dei lavori del G7 finanziario a Dresda.

ITALIA E CONSIGLIO UE – Ilgoverno di Matteo Renzi ha preparato una proposta da mettere sul tavolo alla prossima riunione dei capi di Stato e di governo. Si tratterebbe – dice un documento pronto per il vertice – di trasferire al piano Juncker per il rilancio degli investimenti i fondi rimasti in dotazione all’Esm, strumento in grado di raccogliere potenziali 500 miliardi, di cui ancora 453 inutilizzati dopo i pacchetti di salvataggio per Spagna e Cipro. Lo schema messo a punto dal presidente della Commissione intendesmobilizzare 350 miliardi. (news) Secondo ‘La Stampa’, un’altra ipotesi in sede europea sarebbe quella di utilizzare il capitale del fondo salva-Stati per una diretta iniezione di liquidità alle banche che ne avessero bisogno.

BTP- Le riaperture dei titoli a medio-lungo termine riservate agli specialisti chiuderanno la tornata delle aste di fine mese. Se la domanda nei collocamenti di ieri si è confermata solida, i rendimenti sono risultati in rialzo, il massimo da gennaio per il 5 anni (0,85%) e da dicembre per il 10 anni (1,83%). I tassi sono comunque in linea con i livelli recenti del secondario, che vive un contesto di rinnovata volatilità, in parte legata alla vicenda greca, in parte per effetto di un ‘repricing’ cheha colpito l’intero obbligazionario europeo, frutto smantellamento di alcune posizioni costruite nell’euforia dell’avvio del Qe. Il Tesoro al momento ha coperto circa il 53% del funding previsto per quest’anno.

DATI ITALIA – Giornataparticolarmente ricca dal punto di vista dei dati macro. Per l’Italia sono in arrivo i numeri finali del Pil del primo trimestre, comprensivi delle componenti. Il dato preliminare, diffuso a metà mese, ha certificato il ritorno alla crescita nelperiodo gennaio-marzo, quando il Pil ha segnato un incremento dello 0,3% congiunturale, arrestando anche la caduta su base annua (news). Sempre Istat diffonderà il preliminare dell’inflazione di maggio. La mediana delle attese degli analistiper il dato nazionale annuo è per una marginale accelerazione dei prezzi, pari allo 0,1%(news).

DATI USA – Il dato che probabilmente è destinato a catalizzare l’attenzione è quello sul Pil statunitense del primo trimestre, dicui verrà diffusa la seconda stima. Le attese sono per una revisione al ribasso della stima “advance” pubblicata il 29 aprile, che aveva evidenziato una crescita marginale dello 0,2% annualizzato dopo +2,2% del quarto trimestre. La mediana deglieconomisti per la lettura odierna converge su un calo dello 0,8%. Il rallentamento della prima economia mondiale nei mesi invernali è stato in parte imputato all’impatto negativo sui consumi delle condizioni meterologiche particolarmente avverse, inparte all’apprezzamento del dollaro. La numero uno della Fed Yellen ha recentemente definito effimera la frenata, lasciando aperta la porta per un ritocco verso l’alto dl costo del denaro entro quest’anno.

DATI GIAPPONE – A livello ‘core’, iprezzi al consumo di aprile mostrano un incremento annuo di 0,3%, un decimo oltre le attese, così come quelli per la sola area di Tokyo, cresciuti al tasso tendenziale di 0,2% contro lo 0,1% del consensus. Sempre ad aprile e sempre su base annua, laspesa delle famiglie ha visto una battuta d’arresto di 1,3% contro il +3,1% delle attese, mentre a livello mensile la variazione è negativa per 5,5% da confrontare con aspettative per -0,7%. Segnali positivi invece dal mercato del lavoro, con il tasso di disoccupazione detagionalizzato passato sempre il mese scorso a 3,3% da 3,4% del consensus.

FOREX – Dollaro in lieve calo dai massimi di ieri, per quanto sull’euro continuino a pesare le gravi incognite sul dossier greco che neimpediscono la ripresa. Gli investitori guardano con particolare attenzione alla seconda lettura del Pil dei primi tre mesi dell’anno, che nella stima flash ha profondamente deluso le aspettative. Poco dopo le 7,30 euro/dollaro <EUR=> 1,0946/49 da1,0946 ieri sera in chiusura a New York, dollaro/yen <JPY=> 123,88/91 da 123,94 ed euro/yen <EURJPY=> 135,60/69 da 135,64.

GREGGIO – Derivati sul greggio in buon rialzo, premiati dalla quarta settimana consecutiva di erosione delle scorteUsa, in vista anche della stagione estiva che segna i picchi nei consumi di benzina. Il futures giugno sul Brent avanza di 1,01% a 58,27 dollari il barile, mentre l’analoga scadenza Nymex guadagna 0,7% a 63,02 dollari

TREASURIES -Governativi Usa sulle posizioni, con il decennale stabile a 99*30 che paga 2,1302%.

DATI MACROECONOMICI
ITALIA
Istat pubblica nota mensile.

Istat, Pil finale 1° trimestre (10,00) – attesa 0,3% t/t; 0,0% a/a.

Istat,stima prezzi al consumo maggio (11,00) – attesa dato Nic 0,1% m/m; 0,1% a/a; dato Ipca 0,1% m/m; 0,1% a/a.

Istat, prezzi alla produzione dell’industria aprile (13,00).

FRANCIA
Spese per consumi aprile (8,45) – attesa 0,2% m/m. Prezzi alla produzione aprile (8,45).

GERMANIA
Vendite al dettaglio aprile (8,00) – attesa 0,8% m/m; 2,5% a/a.

GRECIA
Stima Pil 1° trimestre aprile (11,00).

Prezzi alla produzione aprile (11,00).

Vendite aldettaglio marzo (11,00).

PORTOGALLO
Pil finale 1° trimestre.

SPAGNA
Stima prezzi al consumo maggio (9,00) – attesa dato armonizzato -0,6% a/a.

Partite correnti marzo (10,00).

ZONA EURO
Bce, M3 aprile(10,00) – attesa 4,9%.

Bce, prestiti a privati aprile (10,00) – attesa 0,2%.

USA
Stima Pil 1° trimestre (14,30) – attesa -0,8%.

Stima Core Pce 1° trimestre (14,30)attesa 0,9%.

Pmi Chicago maggio (15,45) – attesa 53,0. Univ. Michigan, fiducia consumatori finale maggio (16,00) – attesa 89,9.

BANCHE CENTRALI
EUROPA
Zona euro, Mersch (Bce) tiene discorso introduttivo a incontro Fmi/Banca mondiale a Sofia (12,00).

APPUNTAMENTI
ITALIA
Milano, Reuters pubblica asset allocation maggio (13,00)
Firenze, Renzi conclude campagna elettorale per Regionali (21,00).

Firenze, incontro Accademia della Crusca-Abi su “Il linguaggio dell’economia. L’italiano delle banche e della finanza” con presidente Accademia Claudio Marazzini, Patuelli, presidente Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio Andrea Beltratti, Sabatini (10,00).

Trento, inizia “Festival Economia Trento”; termina il 2 giugno. Inaugurazione conBoeri, Cipolletta, De Felice (15,30); intervengono Novel Economia 2001 Joseph E. Stiglitz, Boeri (18,30).

EUROPA
Berlino, Merkel riceve Cameron.

Bruxelles, Consiglio Ue competitività.

Dresda, termina riunione ministri finanze e governatori banche centrali G7.

Lettonia, S&P si pronuncia su rating sovrano.

Londra, termina la visita ufficiale di Mattarella. Zurigo, elezione presidente Fifa.

Tokyo, Summit Ue-Giappone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...