Websim Focus sui Mercati Finanziari 28/05/2015 – WS

Wall Street ha chiuso in buon rialzo grazie al sostegno dei titoli tech: Dow Jones +0,67%, S&P500 +0,92%, Nasdaq +1,5% a ridosso dei massimi storici.

Asia. Stamattina le Borse si muovono in ordine sparso. Tokio +0,3%, Seul e Mumbay sono praticamente piatte. Deboli le borse della Cina: Hong Kong -1,6%, mentre l’CSI 300 della borsa di Shanghai-Shenzhen perde il 2%, primo ribasso dopo otto sedute positive di seguito. Gli operatori si aspettano che il governo cinese intervenga per “raffreddare” gli entusiasmi ed evitare che si crei una pericolosa bolla speculativa: il listino cinese ha messo a segno un rialzo del 150% negli ultimi 12 mesi.

I future sulle borse europee anticipano un avvio contrastato dopo il balzo di ieri dovuto alle aspettative di un imminente accordo tra UE e Atene.

Grecia. Alt fermi tutti! ”Nella questione non siamo ancora andati molto avanti”, hanno affermato fonti della delegazione tedesca al G7 dei ministri delle Finanze in corso a Dresda interpellate dall’agenzia Dpa. I rappresentanti del governo tedesco si sono detti sorpresi per le affermazioni del governo ellenico, secondo cui si sarebbe vicini a una soluzione.

Analisi tecnica borse. Quadro di fondo ancora robusto. Nuovi frazionali massimi storici per il Nasdaq, nuovi massimi di periodo per il Nikkei. Bell’allungo di Piazza Affari che si conferma l’indice più tonico del momento nel vecchio continente con un +25% da inizio anno contro il +17% dell’Eurostoxx. Vedremo se così sarà anche dopo la tornata elettorale di domenica (si vota in 7 regioni).

FtseMib (23.861, +2,3%). Alziamo l’allerta. L’indice si è portato a ridosso dei massimi storici in area 24.100 punti il cui superamento dovrebbe provocare ulteriori accelerazioni. Da sottolineare l’interessante rotazione settoriale (a favore dei finanziari) che offre nuova linfa al trend. Prima allerta in caso di discesa sotto 23mila.

Variabili macro

Petrolio. Altra caduta dovuta al rafforzamento del dollaro. Oggi: Brent 62,5 usd, Wti 57,7 usd. Malgrado la debolezza, il quadro non cambia: stiamo Long sul WTI da area 60 usd. Finchè si rimane sopra 52/50 usd la tendenza resta positiva. Nessuna posizione sul Brent.

Oro (1.190 usd). L’oro è “stordito” dalla forza del dollaro. Quadro tecnico ingolfato. I primi segnali di debolezza si vedranno con il cedimento di area 1.180 usd. Solo sotto 1.140 usd si accenderà la luce rossa dell’allarme.

Forex

Euro/Dollaro (1,0910). Il dollaro apre in leggero ribasso contro euro grazie alle attese positive sulla Grecia. Siamo sui massimi da inizio maggio. Il trend di fondo resta favorevole al dollaro e l’obiettivo del movimento rimane verso 1,05. Si consiglia però qualche presa di profitto per gli acquisti “speculativi” suggeriti pochi giorni fa in area 1,15.

Dollaro/Yen (123,7). Il dollaro balza sui massimi dal 2007 contro la valuta nipponica. Dal 2011 si è rivalutato del 65%. Anche il Giappone sta portando avanti una politica di QE molto aggressiva.

Bond

Bund tedesco. Il mercato resta prudente e continua a prediligere i decennali tedeschi. Il rendimento del decennale è fermo a 0,55%. Continuiamo a non ritenere interessanti questi rendimenti per acquisti di posizione, al massimo solo per protezione temporanea dalle turbolenze. Solo intorno all’1%, se mai si arrivasse, potremmo ripensarci.

Grecia. Lo spread decennale ieri si è ridotto di 70 punti base tornando a quota 1.000 e il rendimento è sceso al 10,5%. Sembra proprio che qualcosa si stia muovendo. Come al solito la Grecia “canta prima di aver fatto l’uovo”.

Italia. Il nostro spread tiene egregiamente e si posiziona a 130 punti base, il rendimento è a 1,85%. Se le elezioni regionali di domenica non sconvolgeranno il quadro politico domestico, si potrà puntare nel medio periodo a una riduzione dello spread almeno a 60/80 punti base. Un rendimento del decennale intorno al 2% si conferma già un buon livello per tornare a comprare.

http://www.websim.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...